La Moviola del Lunedì – Napoli-Roma, gol di Higuain regolare. Samp-Fiorentina, che errori!

fischiettoAmici de La Linea Rossa bentornati anche questa settimana su La Moviola del Lunedì, la rubrica che attenziona le decisioni arbitrali più scottanti dell’ultimo turno di Serie A. Occhi puntati sul big match del San Paolo tra Napoli e Roma, con il primo gol Higuain giudicato da molti in sospetto fuorigioco. Marea di episodi in Sampdoria-Fiorentina, mentre il Torino può reclamare per un calcio di rigore non concesso.

hamsiktoccoNapoli-Roma 2-0, arbitro Tagliavento – Al San Paolo di Napoli va di scena l’attesissimo match tra gli Azzurri di Benitez e la Roma di Garcia. La squadra di casa vince per due reti zero contro la seconda in classifica, ma la prima rete è da analizzare con parecchia attenzione. L’esterno napoletano Insigne scaglia un tiro da fuori area all’indirizzo della porta giallorossa, il difensore della Roma Torosidis devia nettamente la conclusione che viene anche sfiorata da Hamsik, la sfera prosegue la sua corsa verso Higuain che, eludendo la marcatura dei centrali ospiti, calcia in porta in mezza rovesciata e batte De Sanctis. Ora, se Hamsik tocca il pallone la posizione di Higuain è da considerare hamsiknotoccoin offside in quanto il tocco avviene quando l’argentino ha già varcato l’immaginaria linea del fuorigioco, seppur in maniera millimetrica. Se invece lo slovacco non intercetta la sfera la rete è regolare. In effetti la sfera prende un rimbalzo innaturale nel momento in cui Hamsik sembra sfiorarla con il tacco. In aiuto ci giunge un’altra inquadratura, effettuata stavolta da un’altra angolazione che ci rivela come il pallone vada ad impattare sul terreno di gioco senza incrociare lo scarpino Hamsik per una mera questione di centimetri. la rete, dunque, è da considerare regolare e la decisione di Tagliavento è corretta.

empoli11Empoli-Juventus 0-2, arbitro Valeri – Dopo lo stop contro il Genoa torna al successo la Juventus di Massimiliano Allegri che sbanca il Castellani di Empoli per due reti a zero. Va però analizzato l’arbitraggio. Punizione a favore dell’Empoli, con la sfera ancora non battuta si verificano un paio di mischie in area con i giocatori che si strattonano a vicenda. Un elemento empolese cade a terra (cerchietto bianco), mentre un secondo giocatore di casa cintura Bonucci. Il direttore di gara valuta la seconda irregolarità poichè prosegue anche dopo il fischio come fallo in attacco e fischia una contro punizione a favore dei bianconeri.

deceglieParma-Inter 2-0, arbitro Rizzoli – Il Parma di Donadoni batte a sorpresa l’Inter di Mazzarri dopo sei sconfitte consecutive con le reti dell’ex juventino De Ceglie e si rilancia nella parte bassa di classifica nella lotta per la salvezza. Solo un episodio da analizzare che riguarda la seconda rete di De Ceglie: tiro dal limite dell’area di Cassano e sfera che viene intercettata da Medel, la carambola favorisce il terzino che si trova in posizione regolare perchè tenuto in gioco da Vidic. Giusto dunque assegnare il gol.

biavamorettiTorino-Atalanta 0-0, arbitro Cervellera – Sonnacchioso pari a reti inviolate tra Torino e Atalanta. I padroni di casa, però, possono reclamare per un rigore solare non concesso dal direttore di gara. Siamo al primo quarto d’ora della ripressa, Biava e Moretti si contrastano a vicenda per arrivare prima sulla sfera battuta su punizione, l’ex difensore della Lazio però si disinteressa del pallone spingendo in maniera netta il centrale granata. Questo era rigore con successiva ammonizione per Biava.

netoSampdoria-Fiorentina 3-1, arbitro Giacomelli – Arbitraggio piuttosto controverso quello tenuto dal direttore di gara Giacomelli al Ferraris. Primi minuti di gioco, Okaka anticipa Neto sul pallone, il portiere della Fiorentina travolge l’attaccante di casa che cade. Era calcio di rigore con espulsione diretta di Neto ma il direttore di gara lascia correre. L’arbitro assegna un discutibile calcio di rigore alla Sampdoria per un fallo di Aquilani su Soriano con il centroampista della Doria che stava uscendo dall’area di rigore. Entrambi i giocatori guardano la sfera e il tocco dell’exaquilani milanista sulla gamba di Soriano è impercettibile se non addirittura inesistente. Calcio di rigore, dunque, totalmente inventato da parte del direttore di gara. Giacomelli concede successivamente un calcio di rigore alla Fiorentina per un contrasto in area tra Palombo e Babacar. L’attaccante senegalese riesce a girarsi e a concludere a rete, ma il direttore di gara si dimostra fiscale. In realtà si tratta di una decisione al limite, poichè babacari giocatori si ostacolano a vicenda e se la sfera fosse finita alle spalle di Romero probabilmente il direttore di gara non avrebbe interrotto il gioco per assegnare il penalty. Nell’occasione Palombo riceve anche l’ammonizione. Bisogna infine segnalare un contrasto tra Aquilani e Romero con i due giocatori che si beccano a vicenda, Aquilani cerca di prendere la sfera a Romero e il portiere reagisce poi con una manata. Dovevano essere ammoniti entrambi.

zapatadybalaMilan-Palermo 0-2, arbitro Gervasoni – Il Palermo sbanca San Siro battendo il Milan per due reti a zero. Anche in questa gara ci sono un paio di episodi da segnalare. Iniziamo con il primo che vede protagonisti Zapata e Dybala. Il Milan reclama per un fallo dell’argentino poco prima che depositi in rete alle spalle di Diego Lopez, ma come si vede dalle immagini il primo ad iniziare il contrasto è il difensore rossonero con il braccio sinistro proteso ad ostacolare l’attaccante rosanero. L’azione continua con Zapata che va a terra il quale perde l’equilibrio e Dybala che va a segno. Azione dunque regolare. Episodio poi nei pressi dell’area di rigore rosanero, El Shaarawy va a terra dopo un presunto contrasto con difensore rosanero. Il elshadirettore di gara Gervasoni ammonisce il Faraone per simulazione, decisione corretta in quanto l’attaccante non viene minimamente toccato dall’avversario del Palermo. Giusta anche l’ammonizione di Andelkovic per un fallo ai danni dell’attaccante del Milan Torres.

About Salvatore Rocca

26 anni, appassionato di giornalismo, tecnologia, social network e comunicazione.

View all posts by Salvatore Rocca →

Lascia un commento