La Moviola del Lunedì – La Juve protesta per un rigore non concesso

fischiettoAmici de La Linea Rossa buongiorno, benvenuti anche questo inizio di settimana a La Moviola del Lunedì, la rubrica che pone sotto la lente d’ingradimento i casi da moviola più scottanti dell’ultimo turno di Serie A. Tanta carne al fuoco anche quest’oggi. Infiamma la polemica per la direzione arbitrale di Sassuolo-Juventus con l’arbitro Banti che non vede una gomitata di Vrsaljko ai danni di Tevez. Manca un rigore al Torino, mentre sono regolari le reti della Lazio a Firenze.

dainelliRoma-Chievo 3-0, arbitro Calvarese – Buona direzione arbitrale per il direttore di gara Calvarese. Unico episodio da moviola il contatto tra De Rossi e Dainelli nel corso del primo tempo: dagli sviluppi di un calcio d’angolo il difensore clivense cintura al collo il centrocampista romanista con il braccio destro. De Rossi non può dunque saltare ed impattare di testa la sfera, anche se, per onestà il numero 16 di casa si lascia cadere in maniera piuttosto plateale. Il direttore di gara procede con la concessione del rigore realizzato in seguito da Totti.

tevezSassuolo-Juventus 1-1, arbitro Banti – Gara nervosa per il direttore di gara Banti che al Mapei Stadium è chiamato a dirigere il testacoda tra Juventus e Sassuolo. A recriminare sono soprattutto gli uomini di Max Allegri. Alla mezz’ora il centrocampista Pogba cade a seguito di una ginocchiata rifilatagli dall’avversario Magnanelli ma il direttore di gara non concede nulla. Fa discutere, sponda bianconera, la rete annullata a Bonucci, ma il difensore bianconero è in fuorigioco. Quando infatti Llorente fa da sponda al compagno, Bonucci si trova oltre la linea difensiva neroverde. Più vibranti invece le proteste per la gomitata di Vrsaljko ai danni di Tevez. Poteva starci il cartellino giallo per il terzino del Sassuolo. Ancora proteste per un presunto fallo di mano di Vrsaljko nei minuti finali dell’incontro dopo un contatto con Coman.

andelkovicPalermo-Cesena 2-1, arbitro Damato – Direzione di gara pulita per la giacchetta nera Damato, che interviene in maniera puntuale in occasione del rigore concesso al Cesena. Ricostruiamo l’azione: con il Palermo in vantaggio per 1-0, viene assegnato un angolo ai rosa dai cui sviluppi si creano una serie di duelli in area di rigore. In uno di questi Andelkovic affossa fallosamente il bianconero Magnusson a pochi passi dal direttore di gara il quale ha anche la visuale libera. Dunque rigore ed ammonizione netti.

fiorlazioFiorentina-Lazio 0-2, arbitro Peruzzo – Entrambi regolari le due reti della Lazio. In occasione del gol che apre le marcature, è in posizione regolare il biancoceleste Lulic al momento del passaggio rasoterra di Candreva: l’esterno si trova perfettamente in linea con la sfera. Regolare anche la seconda rete, poichè Onazi non commette fallo a Cuadrado nel tentativo vincente di toglierli il pallone e far ripartire in contropiede la Lazio.

torinoudiTorino-Udinese 1-0, arbitro Russo – Un paio di episodi da moviola anche in Torino-Udinese. Manca un rigore alla formazione granata nel corso del primo tempo: il giovane Evangelista travolge Vives nel tentativo di contrastare un pallone. Peccato che il friulano manchi completamente il tocco con la sfera colpendo in pieno il centrocampista di casa. Il direttore di gara Russo, a pochi metri, lascia incredibilmente correre. Nel secondo tempo Allan colpisce con la mano la sfera dopo un colpo di testa, potrebbe essere calcio di rigore per il Torino ma Russo giudica evidentemente involontario il tocco del bianconero.

About Salvatore Rocca

26 anni, appassionato di giornalismo, tecnologia, social network e comunicazione.

View all posts by Salvatore Rocca →

Lascia un commento