La Società di Massa, elemento costitutivo del ‘900

massaCosa sono le società di massa? Come suggerisce il nome stesso, esse non sono altro che delle società che contano al loro interno vasti insieme di persone considerate come un aggregato, una sorta di insieme non definito riconosciuto, appunto, come “massa”. L’avvento di questo concetto si verifica intorno all’inizio del ‘900, secolo in cui si realizzano numerose trasformazioni sociali, culturali, economiche e statali che, nel corso del tempo, hanno contribuito a delineare il volto della società moderna. La società di massa “cresce” di pari passo con l’affermarsi della società industriale, ovvero quella società nella quale l’industria inizia ad avere una crescente importanza, diventandone indissolubilmente parte integrante. Ogni prodotto viene realizzato in serie all’interno di un’industria e sulla base di un modello. Di conseguenza altri settori come l’agricoltura e l’allevamento smarriscono sia il proprio ruolo egemonico sia la loro “manodopera”. I lavoratori, infatti, non si dedicano più alla cura dei campi e delle bestie ma si recano nelle fabbriche. La società cambia e, di conseguenza, cambia anche il modo in cui essa viene vista. Adesso la società assume la forma di un vero e proprio “organismo” che si muove, vive e muta attraverso il funzionamento di tutte le sue parti. Se soltanto una sola di queste parti dovesse venir meno, è plausibile pensare che l’intero organismo potrebbe essere soggetto ad uno squilibrio che non lo renderebbe più funzionante come prima.

Ma in che modo è possibile “comprendere” la società di massa?

Bisogna necessariamente comprendere il contesto storico nel quale indirizziamo il nostro interesse di studio. Fin dai primi studi la massa è stata sempre concepita come un insieme indifferenziato, “non intelligente”, amorfo e facilmente manipolabile. La manipolazione della massa è sempre avvenuta per mano di una minoranza, una cosidetta élite che ha provveduto a direzionarla a secondo del proprio gusto. La massa è stata, dunque, considerata come uno strumento in mano a pochi.

La massa da sé non è in grado di autogestirsi e portare al suo interno delle norme di autoregolamentazione. Ma come avviene la manopolazione della società di massa? Esistono raffinati strumenti di convincimento e “manipolazione”.

La prima teoria che andiamo ad analizzare è la cosidetta “Teoria Ipodermica” che conosceremo meglio nella prossima scheda.

About Salvatore Rocca

26 anni, appassionato di giornalismo, tecnologia, social network e comunicazione.

View all posts by Salvatore Rocca →

Lascia un commento