L’eclissi solare totale più social di sempre che ha affascinato gli USA

Probabilmente, 99 anni fa, nessuno avrebbe mai immaginato che per osservare una eclissi solare totale non sarebbe stato necessario alzare lo sguardo al cielo ma osservare esclusivamente uno schermo costituito da pixel. È quello che è successo, più o meno, in occasione del raro fenomeno astronomico che si è ripetuto nella giornata di lunedì 21 agosto 2017 e visibile esclusivamente negli Stati Uniti.

Era dal 29 maggio 1918 che un’eclissi del genere non interessava da costa a costa la nazione a stelle e strisce e mai prima d’ora il “sole nero” aveva destato tanto interesse sui social network, letteralmente impazziti per un avvenimento storico.

Un’attesa particolarmente suscitata anche dai media statunitensi. L’eclissi è durata un’ora e mezza circa con un picco massimo registrato alle ore 14.44 ora locale (in Italia erano le 20.44) ed è stata visibile anche parzialmente nelle grandi città americane non toccate dal cono d’ombra (la proiezione oscura ha attraversato gli Stati Uniti in diagonale da Nord-Ovest a Sud-Est ad una velocità di 2.200 km/h circa e per un’ampiezza di 110 km).

Su Internet l’evento ha mobilitato milioni di persone praticamente in tutto il mondo. Tantissime, infatti, le dirette streaming su Facebook, YouTube, Instagram e Twitter corredate dall’hashtag #SolarEclipse che hanno portato l’eclissi anche in Europa, Australia, Russia e Giappone. Aree internazionale altrimenti rimaste a bocca asciutta. Senza contare poi le dirette televisive dei numerosi network statunitensi.

Anche la Nasa, ovviamente, ha partecipato alla trasmissione utilizzando telecamere piazzate praticamente ovunque, anche sugli aerei in movimento che hanno diffuso il segnale sui canali web ufficiali. Sulla pagina Facebook dell’ente spaziale, l’eclissi è stata osservata da ben 29 milioni di spettatori.

Anche il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha partecipato alla visione dell’eclissi (battezzata non a caso The Great American Eclipse). All’inizio, l’inquilino della Casa Bianca ha osservato il sole addirittura a sguardo nudo, non prestando ascolto a chi gli raccomandava di utilizzare gli occhialini protettivi. Una decisione che, come era facile immaginare, ha destato l’ironia degli utenti dei social.

The following two tabs change content below.
26 anni, appassionato di giornalismo, tecnologia, social network e comunicazione.

Add a Comment