Presidenziali Francia, ecco chi vince secondo Google Trends

Domenica 23 in Francia si svolgerà il primo turno delle Elezioni Presidenziali. Secondo i pronostici della vigilia la sfida elettorale si presente molto aperta, con ben 11 candidati convinti di poter conquistare la poltrona dell’Eliseo. Ma è possibile prevedere chi sarà, effettivamente, il vero vincitore? Più o meno sì, basandoci sulle ricerche effettuate in rete negli ultimi mesi.

È il caso di Google Trends, lo strumento di Mountain View che permette di analizzare la frequenza di ricerca di una determinata parola su Internet e di confrontarla con altre.

Premettendo, comunque, che Google Trends non può certamente essere considerato un infallibile metodo di analisi del voto, è comunque interessante vedere quale dei principali candidati elettorali è riuscito a suscitare maggiore interesse tra gli elettori connessi ad Internet. Per fare un esempio, a ridosso delle recenti Elezioni negli Stati Uniti, il repubblicano Donald Trump era stato nettamente il candidato più cliccato rispetto alla concorrente Hillary Clinton e l’esito delle urne ha rispettato questa tendenza, premiandolo come 45° Presidente Usa.

  • Presidenziali Francia, ultimi 90 giorni

Prendiamo in considerazione il dato delle ricerche effettuate in Francia negli ultimi tre mesi sui 5 principali candidati: Macron, Le Pen, Melenchon, Hamon e Fillon. Possiamo subito notare la grande curva altalenante Fillon, la cui campagna elettorale è stata comunque segnata dallo scandalo relativo agli incarichi fittizi di moglie e figli (per i quali è indagato). Buona parte delle ricerche potrebbe dunque essere condizionata dall’indagine. A gennaio si registra il crollo di interesse per il socialista Hamon mentre cresce gradualmente la popolarità di Macron, considerato ad oggi il candidato più “in forma”. In ripresa Melenchon, mentre Le Pen trova smalto proprio nelle ultime settimane di campagna.

  • Presidenziali Francia, ultimi 30 giorni

Inquadriamo adesso l’ultimo mese di campagna elettorale. Possiamo vedere un Macron decisamente lanciato nelle ricerche che ingaggia un poderoso “testa a testa” con Fillon, il quale nelle ultime settimane ha potuto beneficiare di un deciso incremento nei sondaggi (anche se alcuni analisti lo danno ormai fuori dai giochi). Vediamo, inoltre, Le Pen sempre in crescita davanti a Melenchon (leggero calo dopo un importante incremento). Non sembra risollevarsi, invece, il socialista Hamon.

  • Presidenziali Francia, ultimi 7 giorni

Spazio poi all’analisi relativa all’ultima settimana. Sono interessanti le forti impennate di Macron che nel giro di 4 giorni riesce a toccare per due volte il punteggio 100, ovvero il dato di ricerca massima. Questa indicizzazione top coincide perfettamente con il comizio tenuto il 17 aprile dal leader di “En Marche!” a Bercy davanti a 20.000 persone. Impennata di ricerche in data 18 aprile anche per Le Pen in occasione del comizio di Parigi degenerato in scontri.

  • Presidenziali Francia, dibattito tv del 20 aprile

Analizziamo dunque il dato più vicino alla tornata elettorale, ovvero quello relativo al 20 aprile. Questa data può essere vista come fondamentale. In serata era in programma, su France 2 il dibattito televisivo tra tutti i candidati alla Presidenza. Ognuno degli aspiranti presidenti ha avuto 15 minuti di tempo per esporre il proprio manifesto politico. La messa in onda è stata comunque intaccata dalle notizie relative al contemporaneo attacco terroristico agli Champs-Élysées. Registriamo tre impennate in particolare.

La prima si riferisce all’apparizione televisiva di Marine Le Pen dalle 20.39 alle 20.56 (indicizzazione massima di 55 alle ore 20.48), la seconda a quella di Benoît Hamon dalle 21.15 alle 21.33 (indicizzazione massima di 47 alle ore 21.28), mentre la terza è relativa a Emmanuel Macron che ha parlato tra le 22.11 e le 22.29 (indicizzazione massima di 100 alle 22.24, ma già tre minuti prima di entrare in studio il politico aveva già toccato quota 68). Questi dati corrispondono inoltre ai picchi di share registrati dal programma: 5,26 milioni di telespettatori per Macron (e 21,3% di auditel), 5,10 per Le Pen (20,2%) e 5,07 per Hamon (19,6%).

Come leggere, dunque, queste informazioni? Prestando fede alle ricerche effettuate dagli elettori francesi su Google, Emmanuel Macron è il candidato che è riuscito ad attirare maggiore interesse, in particolar modo nell’ultimo mese e in concomitanza dei suoi appelli televisivi. In seconda posizione possiamo tranquillamente inserire la leader lepenista capace di strappare il pass per il ballottaggio. Il terzo incomodo potrebbe essere uno tra Fillon e Melenchon, mentre Hamon pare avere meno chance di vittoria. Il responso finale arriverà poi dal secondo turno. I sondaggi, al momento, sembrano essere parzialmente confermati.

Aggiornamento 22 aprile 2017, ore 16.51

Dalla nostra ultima misurazione, ecco come si stanno comportando su Google le ricerche sui cinque principali candidati nel corso dell’ultimo giorno e mezzo. Fortissimo Macron e Fillon, di nuovo impegnati spalla contro spalla. Il primo riesce nuovamente a raggiungere un punteggio di indicizzazione 100 nella serata del 21 aprile. Perde quota Le Pen.

The following two tabs change content below.
26 anni, appassionato di giornalismo, tecnologia, social network e comunicazione.

Add a Comment